Loading...

ERC, Advanced Grant 2014 (iniziato il 1.12.2015)
Host Institution: Dipartimento di Scienze Giuridiche, Università di Roma 'La Sapienza'.

 

1. L'idea

Lo scopo che il progetto intende realizzare è creare le basi, testuali e interpretative, per un nuovo approccio a ciò che resta delle opere degli antichi giuristi romani.

Ciò che noi proponiamo è un paradigma profondamente rinnovato per valutare la parte più importante del diritto romano: i Digesta di Giustiniano e le altre antologie giuridiche tardo-antiche. Un cambiamento di prospettiva di grande impatto non solo per gli studiosi di antichistica, ma anche per un pubblico più vasto, interessato al diritto o alla storia - un modello storiografico che capovolge le visioni correnti e apre la strada a una comprensione più moderna, utile sia per gli studi giuridici, sia per quelli storici. Non più gli istituti, le regole e i regimi normativi del diritto romano, nella forma falsificante del Codice, ma il concreto pensiero giuridico degli antichi autori, i iuris prudentes. Il nostro proposito è quello di concentrare l'attenzione sul loro pensiero, nel contesto al quale esso effettivamente appartenne.

Il raggiungimento dell'obiettivo sarà ottenuto attraverso la ricostruzione e l'edizione annotata (in più volumi) degli scritti dei giuristi utilizzati nei Digesta e nelle altre antologie: un'impresa che, almeno in questa forma, non è stata mai tentata. Procederemo autore per autore, e opera per opera. Una collana intitolata Scriptores iuris Romani raccoglierà i testi così ricostruiti. Ciascun volume si comporrà di quattro parti: una 'Introduzione', dedicata al giurista preso in esame e alle opere considerate; 'Fragmenta' e 'Testimonia' (in latino o in greco); la traduzione italiana; il commento. L'edizione sarà progressiva e si svilupperà per l'intero periodo del progetto (cinque anni).

Per quanto riguarda la scelta dei giuristi che saranno pubblicati, si procederà scegliendo una molteplicità di autori e di generi letterari.

Il 'Principal Investigator' è Aldo Schiavone.

Il 'Senior Staff' è composto da Oliviero Diliberto, Andrea Di Porto, Valerio Marotta, Fara Nasti, Emanuele Stolfi.

Sui lavori preparatori del progetto, e sulle discussioni che si sono finora svolte, si v.:
- F. Amarelli, A. Schiavone, E. Stolfi, Corpus scriptorum iuris romani. Nascita di un progetto, in SDHI 71, 2005, 4-14.
- V. Marotta, E. Stolfi, L'inizio dei lavori, in SDHI 72, 2006, 587-593.
- C. Giachi, P. Giunti, I lavori di Berkeley, in SDHI 73, 2007, 597-602.
- F. Tamburi, Montepulciano: una settimana di lavori verifiche confronti, in SDHI 74, 2008, 923-927.